Pighetta

Ago
2019
23

AGGIORNAMENTO 12/02/2020: Pighetta è ritornata al gattile il 18/01/2020 dal suo ricovero in clinica. Speravamo in un risultato più eclatante, ma così non è stato. Lei riesce a tirarsi su e fare qualche passo, se vuole, ma poi perde l’equilibrio perchè una zampetta è meno forte dell’altra. E poi ha capito che strisciando riesce a essere più veloce e faticare meno.

Relativamente agli sfinteri, lei non sente lo stimolo, quindi non evacua intenzionalmente e non comprende l’uso della lettiera. Però non perde urina sgocciolando in giro, se viene spremuta almeno 3 volte al giorno per vuotare la vescica. Le feci per lo più arrivano per conseguenza, ma non è la regola e di solito succede 2 volte al giorno. Di notte, ovviamente per la sua sicurezza e per evitare che sporchi in giro, dovrebbe essere contenuta in un recinto con le traverse assorbenti.

Si potrebbe anche pensare per lei all’uso di un carrellino che la faccia muovere senza strisciare, ma questo quando c’è qualcuno in casa con lei, perchè potrebbe incastrarsi da qualche parte con le eventuali possibili conseguenze. L’uso del pannolino, ammesso che lo accetti, è possibile solo per tempi brevi e cambiato appena sporco. L’urina a contatto con la pelle finirebbe per ferirla (e poi so’ cavoli!) e le feci potrebbero imbrattarla e il suo è un culetto peloso…non credo si debba spiegare di più.

E’ una micetta fisicamente impegnativa da gestire, ma che proprio per questo ha bisogno di un’adozione consapevole, competente e disponibile, perchè al gattile fare tutto questo per lei non è possibile. E’ una questione di spazi, di tempi di presenza e di impegno anche verso gli altri gatti ricoverati.

PER IL RESTO LEI E’ MERAVIGLIOSA!!!

………………………………………………………

AGGIORNAMEMTO 25/11/2019: Domani la dolce e sfortunata Pighetta sarà ricoverata in una clinica riabilitativa veterinaria. Dicono che non camminerà mai benissimo e normale, ma può riuscire a stare in piedi e spostarsi autonomamente. Per il controllo degli sfinteri invece la situazione è un pò più difficile. Teniamo alta la speranza.

……………………………………………………………….

AGGIORNAMENTO 31/10/2019: Dopo aver separato le cucciole dalle mamme per inviarle alla sterilizzazione e avviarle al ritorno in colonia, due delle piccole hanno trovato adozione; prima la squametta e poi la tigratina piccola. E’ rimasta, inevitabilmente, data la sua situazione fisica, l’altra tigratina, triste nel fisico e nello spirito. In 10 gg le si è vuotato il mondo attorno. E’ già stata nuovamente vista da una veterinaria e faremo di tutto per migliorare la sua condizione, sperando di renderla adottabile.

…………………………………………………………….

AGGIORNAMENTO 18/10/2019: Le 2 famigliole sono ancora al gattile e sono molto unite e solidali. I 3 cuccioli stanno bene e sono cresciuti. Fatta eccezione per la tigratina con i problemi alle zampe posteriori, che non ha ancora imparato a gestire. Non ha rotture di alcun genere ma non riesce a reggersi, forse sono rimaste sciacciate per un pò in fase neonatale e lei ha risolto il problema strisciando. Stiamo cercando di insegnarle a stare su prima che la muscolatura crolli del tutto, ma lei ancora non collabora come vorremmo. Continueremo a provare, perchè si sta condannando e non lo sa.

la squametta
la tigratina con difficoltà motorie
la tigratina piccola

………………………………………………………………………………………..

Da una colonia allo sbando sono state prelevate 2 mamme gatte e i loro cuccioli, 2 per ognuna, per salvare loro la vita.

Mamma Tigrata con 2 piccole: una squametta e una tigratina come lei che aveva problemi di deambulazione.

Mamma Nera con 2 piccolini ancora più piccoli: una tigratina e un cucciolo nero, deceduto purtroppo pochi giorni dopo.

I cuccioli sono stati allattati artificialmente, per aiutare le mamme in pò fuori forma, per una settimana e poi avviati allo svezzamento. Sono stati curati anche i loro occhi che avevano un principio di infezione.

Le mamme, finito il loro compito, che svolgono con grande attenzione, verranno sterilizzate e torneranno alla loro colonia. I cuccioli resteranno al gattile ad attendere l’adozione.

Mamma Tigrata

la squametta
la tigratina con problemi alle zampe posteriori
Mamma Nera
la tigratina più piccola
il nero che non è sopravvissuto